11 luglio 1999, COMUNICATO STAMPA DEL COMITATO REGIONALE G. A. D’ITALIA

Domenica giorno 11 si è riunito presso il Centro GAI di Cropani il Comitato Regionale dei Gruppi Archeologici della Calabria.

Erano presenti il Direttore Regionale Vincenzo Fabiani ed i dirigenti del Gruppo Archeologico Krotoniate Luigi Cantafora e Margherita Corrado, il direttore del G.A. Gagliatese Nicola Sestito con i dirigenti Antonio Gualtieri e Maria Luisa Iennello, il direttore del G.A. Catanzarese Nicola Armignacca con il vice direttore B. Granato ed altri quattro soci, per il G.A. di Borgia B. Scarfone (consigliere, delegato dal direttore Luigi Abruzzo) ed un altro socio, il direttore del G.A. del Pollino (Castrovillari) Claudio Zicari, il direttore del G.A. di Francavilla Marittima Pino Massaro con altri quattro soci.

Ciascun Gruppo ha relazionato sull’attività svolta nei mesi scorsi e su quella programmata per i mesi prossimi.

G.A. di Gagliato: attività didattica; gite; ricognizioni nel territorio; campo di scavo in località Friso, in collaborazione con la Soprintendenza della Calabria (dott.ssa Aisa), durante le feste di Pasqua; campi estivi di scavo a Cropani (prosecuzione, villa romana, dott.ssa Aisa) ed a Monasterace (antica Caulonia, dott.ssa Iannelli) e campo di osservazione archeologica ambientale subacquea a Cropani e Monasterace, tutti in collaborazione con la Soprintendenza archeologica della Calabria, in più turnidal 4 luglio al 12 settembre 1999.

G.A. di Catanzaro: campo di scavo nel complesso di San Giovanni, in collaborazione con la Soprintendenza della Calabria (dott. Spadea); escursioni e ricognizioni nel territorio; gita di studio a Pompei; mostra fotografica sull’Oratorio del Rosario; mostra di archeologia industriale sui mulini ad acqua del territorio; partecipazione di volontari del Gruppo allo scavo della Soprintendenza Archeologica della Calabria nell’antica Scolacium.

G.A. di Borgia: visite guidate al parco archeologico di Scolacium e organizzazione di tutti i volontari partecipanti nei mesi estivi allo scavo di Scolacium, in collaborazione con la Soprintendenza della Calabria.

G.A. di Crotone: attività didattica nelle scuole; ricognizioni nel territorio; collaborazioni con la Provincia di Crotone e con il Comune di Crotone; campo di osservazione archeologica ambientale nell’entroterra crotonese lungo le vie di penetrazione dei fiumi Neto e Tacina; sito Internet del Gruppo con possibilità di accesso da parte degli altri Gruppi della Calabria.

G.A. di Francavilla Marittima: attività di sensibilizzazione nei confronti della popolazione in riferimento alla vicina area archeologica di Timpone della Motta e collaborazione di volontari nello scavo condotto dalla missione universitaria olandese guidata dalla prof.ssa Maskaant; censimento delle più antiche querce del territorio e relativa mostra fotografica.

G.A. del Pollino (Castrovillari): collaborazione a scavi condotti dall’Università della Calabria (Cosenza) in siti protostorici, romani e medioevali; partecipazione di volontari allo scavo della missione olandese a Francavilla Marittima; apertura serale del Museo Civico nei mesi estivi; ricognizioni nel territorio nel corso dell’anno; attività didattiche; mostre.

Dopo quanto riferito dai vari Gruppi sono stati trattati i vari argomenti all’ordine del giorno.

Sono stati pure presi in esame alcuni problemi interni di singoli Gruppi ed è stato discusso e chiarito il ruolo che i Gruppi Archeologici debbono esercitare nei rapporti di collaborazione con gli organi istituzionali, nonché la loro incisività presso le popolazioni locali.

E’ stato programmato il secondo raduno regionale dei Gruppi Archeologici della Calabria (aperto ai simpatizzanti ed alla stampa), da tenersi nei giorni 31 ottobre – 1 novembre del corrente anno presso il Centro G.A.I. di Cropani.

Vincenzo Fabiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *